I video di #oltrelacrisi

Ecco in sequenza,
caricati a tempo di record dagli amici di FareInFormazione,
gli interventi della splendida serata di giovedì:

Saluti ed introduzione (Smiderle): http://youtu.be/st92vdfmH3Q

Intervento di Cipolletta: http://youtu.be/Ye3yAQ6zIos

Intervento di Mion: http://youtu.be/Yl4aWnaHrvY

Intervento di De Nicola: http://youtu.be/hyVHhkHf_bI e sua replica: http://youtu.be/16V41TpplcQ

Intervento di Zingales: http://youtu.be/B9u_Kx2EcEk

Le repliche di Mion e Zingales: http://youtu.be/NjyZ8qAYPPg

Sodo caustico. L’opera incompiuta.

L’opera è un “prodotto tipico italiano” che ha molto successo all’estero, meno in Italia: Verdi è il compositore maggiormente presente nei cartelloni della stagione 2012/2013 dei teatri mondiali con 2.586 rappresentazioni programmate, seguito da Puccini (1.893) e Mozart (1.893); fra le 10 opere più rappresentate, 6 sono di compositori italiani. Un segno di grande successo nel mondo; ma la prima città italiana per numero di rappresentazioni è Venezia, al 42esimo posto nel mondo, con 106 rappresentazioni: Vienna è la prima con 578 rappresentazioni, seguita da Berlino (523), Parigi (437), Mosca (424), San Pietroburgo (377). I teatri italiani producono poco, e perdono progressivamente posizioni su un terreno che dovrebbe vederli in cima alla classifica. Ancora una volta, la predisposizione all’autogol emerge prepotente: sarebbe il caso di rivoltare come un calzino l’organizzazione dei tanti, troppi teatri ed enti teatrali portandoli dalla sfera pubblica a quella privata: lasciate che una bell’aria entri anche dove si dovrebbe essere usi ad esse.

Il Manifesto di Liberiamo

Sia ben chiaro a tutti: il vero e concreto Manifesto di Liberiamo siamo noi soci, nessuno escluso.

Tuttavia abbiamo deciso di buttare su carta un po’ di sdegno e speranza.

E ve lo tiriamo addosso, a voi che leggete, perché lo ributtiate da qualche altra parte.

Speriamo che qualcuno lo raccolga e lo legga e magari si unisca a noi.

 

Manifesto