Sodo caustico. La piccola fetta di FDI per l’Italia.

I FDI, gli investimenti diretti esteri a livello mondiale, hanno raggiunto i 25.464 miliardi di US$ (secondo l’ultimo report della Conferenza delle Nazioni Unite per lo sviluppo ed il commercio), in crescita del 9% sul 2012: ben 1.450 miliardi nel 2013. I FDI sono attesi in ulteriore crescita nei prossimi anni: 1.600 miliardi nel 2014, 1.750 nel 2015, 1.850 nel 2016.

Se la Cina continua a ricevere una importante fetta di FDI (124 miliardi nel 2013), il primo paese resta gli Stati Uniti (188 miliardi); dopo il grande “slam” dei paesi in via di rapido sviluppo, le previsioni al 2016 indicano un “back to developed countries” che dovrebbero assorbire il 52% dei FDI.

E l’Italia? Dopo un 2012 senza afflussi, nel 2013 sono stati fatti FDI per 16,5 miliardi, ancora lontano dai valori 2005-2007, che furono di 36,5 miliardi l’anno; nello stesso periodo, le imprese italiane hanno fatto FDI all’estero per 31 miliardi (erano 8 nel 2012): non si scende dal carro della internazionalizzazione; si ridiventa “preda”, specie nella manifattura, per gruppi USA, inglesi, del Golfo Persico.

I FDI in Italia sono stimati 507 miliardi, la metà di quelli in Francia, un terzo di quelli in Inghilterra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...